Tassazione cessione di ramo d’azienda

Imposta di registro in misura proporzionale per la cessione di ramo d’azienda

L’agenzia delle entrate ha chiarito che l’operazione di cessione di ramo d’azienda, non quella relativa alla cessione di singoli beni è esclusa dal campo di applicazione dell’IVA e all’operazione deve essere applicata la tassazione relativa all’imposta di registro in misura proporzionale.

Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 574 del 10 dicembre 2020.

Al fine di poter applicare la tassazione va individuato in modo chiaro se in una cessione d’azienda o di ramo d’azienda, quanto ceduto deve essere di per sé un insieme organicamente finalizzato all’esercizio dell’attività d’impresa e autonomamente idoneo a consentire l’inizio o la continuazione di quella determinata attività da parte del cessionario.

Con la risposta a interpello n. 574 del 10 dicembre 2020 l’Agenzia delle Entrate ha illustrato il trattamento discale applicabile alla cessione del ramo d’azienda.

L’art. 2555 c.c. qualifica l’azienda come il complesso dei beni organizzato dell’imprenditore per l’esercizio dell’impresa.
Con riferimento alla nozione di azienda, l’Amministrazione ha avuto modo di chiarire che la stessa deve essere intesa in senso ampio, comprensiva anche delle cessioni di complessi aziendali relativi a singoli rami d’impresa.

Va precisato, dunque, che la cessione deve riguardare l’azienda nel suo complesso, intesa quale universitas di beni materiali, immateriali e di rapporti giuridico economici suscettibili di consentire l’esercizio dell’attività di impresa e non i singoli beni che compongono l’azienda stessa.

 

E se tu potessi far finire i tuoi problemi aziendali?

Compila subito il form che vedi quì sotto!!!

Ti risponderemo entro 24 ore.

Condividi subito
error: Content is protected !!