Il processo produttivo si può dividere in varie fasi:

  • finanziamento,
  • acquisto
  • trasformazione.

I mezzi finanziari possono distinguersi in interni o esteri (quando per esempio si ricorre al credito per trovare i finanziamenti).

I fattori produttivi sono molteplici e possiamo distinguere:

  • il capitale fisso beni ad utilità multipla impiegati per la realizzazione del prodotto finito
  • il capitale circolante rappresentato dai beni consumati durante il processo produttivo, come per esempio le materie prime.

Produttività e efficienza economia sono fattori esprimibili con due formule indicate fa:

PR = produttività
E = efficienza economica
Qpf = quantità prodotto finito
Qpi = quantità fattore impiegato

Formula della produttività: PR= Qpf / Qpi
Efficienza Economica: E= Qpi / Qpf

La gestione aziendale è rappresentata dall’insieme delle attività coordinate nel tempo e nello spazio per raggiungere lo scopo aziendale. Queste operazioni sono, per esempio, acquisto di fattori produttivi, produzione e vendita.

Per l’acquisto dei fattori produttivi abbiamo bisogno dei capitali. Questi si distinguono in:

  • Capitali propri quando a metterli è l’imprenditore stesso
  • Capitali di terzi quando ci si aiuta attraverso banche, fornitori etc…

La situazione patrimoniale di una azienda si può sintetizzare con questo semplice schema:

Fattori a medio-lungo ciclo di utilizzo + Fattori a breve ciclo di utilizzo = impieghi totali
Capitale proprio + capitale di terzi = finanziamenti totali

Si ha equilibrio economico se i ricavi sono maggiori dei costi. Si ha quindi un utile.

Si ha una situazione di squilibrio economico quando i ricavi sono uguali o minori dei costi. In questo caso si ha un pareggio o una perdita.

Definizioni di interesse e sconto.

L’interesse è il compenso che spetta a colui che cede una somma di denaro. Questo è proporzionale al capitale, al tasso di interesse e al tempo. L’interesse può essere anticipato, posticipato, semplice o composto.

Lo sconto è rappresentato dalla remunerazione che spetta a chi esegue un pagamento prima della scadenza prefissata. Si parla di scontro commerciale, mercantile o razionale.